Fatturazione Elettronica 2015: 5 cose da sapere per non sbagliare!

La Fatturazione Elettronica 2015 è entrata in vigore, in forma obbligatoria per le imprese, dal 31 marzo dello scorso anno.

A partire da questa data, quindi, qualsiasi impresa, sia essa di grande o piccole dimensioni, ha l’obbligo di adeguarsi a delle nuove norme di fatturazione digitale. Per fare ciò, ogni azienda dovrà dotarsi di:

Ma quali sono i passaggi necessarie per la Fatturazione Elettronica? Vediamoli in questo articolo, in 5 step principali.

Fatturazione Elettronica 2015: ecco cosa sapere

1. Chi DEVE ricevere fattura elettronica

La ricezione di fattura elettronica è obbligatoria per Ministeri, Agenzie fiscali, Enti nazionali di previdenza e assistenza sociale e tutte le altre Pubbliche Amministrazioni.

Ciò significa che non è possibile l’invio di fatture in formato cartaceo a queste tipologie di imprese. Quest’ultime, infatti, non possono procedere ai pagamenti verso fornitori fino alla ricezione del documento in formato digitale.

Secondo quanto stabilito dal D.M. n. 55/2013, infatti, tutti i professionisti o le aziende sono tenute all’invio di fattura elettronica nei confronti della P.A..

2. Come si emette una fattura elettronica

Tutti i dati presenti nella fattura elettronica devono essere presentati in un file .XML. Secondo l’allegato A al D.M. n. 55/2013 nel file non devono essere presenti macroistruzioni o codici eseguibili che modifichino gli atti, i fatti o i dati.

Inolre, il documento deve essere firmato digitalmente.

Ulteriori informazioni tecniche sulla Fatturazione Elettronica 2015 si possono trovare sul sito Sistema di Interscambio www.fatturapa.gov.it.

Mentre in questo nostro articolo potrete trovare un utile approfondimento sulla Fattura Elettronica tra Privati

3. Come inviare le fatture elettroniche

Una volta compilata la fattura elettronica, secondo le norme preveiste, sarà necessario inviarlo al Sistema di Interscambio. Questo passaggio potrà essere eseguito, attraverso 5 diversi canali di invio:

Una volta ricevuto e controllato il file, il Sistema di Interscambio provvederà all’invio verso il destinatario richiesto.

4. Come conservare le fatture

Stando al processo di conservazione, la fattura elettronica viene indicizzata in modo univoco andando a costituire un lotto di conservazione.

Su quest’ultimo viene posta poi la marca temporale e la firma digitale del responsabile della conservazione.

5. Servizio per l’invio della fattura

GIPO offre ai propri clienti un semplice sistema di invio per la Fatturazione Elettronica 2015.

Contattaci per informazioni sui nostri servizi!

icona call center Vuoi parlare con un nostro esperto?

Chiama il numero verde 800 944 311 oppure contattaci

Chiamaci Scrivici