Covid-19: cos’è la fisioterapia respiratoria e perché tutti ne parlano

La fisioterapia respiratoria è fortemente raccomandata a tutti i pazienti che hanno difficoltà respiratorie, affanno cronico o che non riescono a espellere secrezioni. Questo tipo di terapia sta diventando sempre più diffusa perché fondamentale per il recupero post polmonite da Covid-19.

Per chi contrae il virus, infatti, tornare a respirare in piena autonomia non è sempre semplice: soprattutto nei pazienti che sono stati intubati, il percorso di guarigione è lungo a causa del tempo trascorso con respirazione meccanica assistita. 

La dispnea, conosciuta anche come “fame d’aria”, genera debolezza muscolare che limita le attività quotidiane e favorisce la depressione. 

Gli esercizi di fisioterapia respiratoria servono a migliorare la respirazione e la tolleranza allo sforzo così da permettere ai pazienti di ritornare in salute e al loro stile di vita. 

Perchè alcune persone hanno problemi respiratori post Covid-19? 

Chi si ammala di Covid-19 può sviluppare polmoniti che possono degenerare velocemente in una grave insufficienza respiratoria ipossica

Negli stadi avanzati, l’infezione non consente il fisiologico scambio gassoso, con conseguente insufficienza respiratoria. In questi casi si impone una respirazione assistita con mezzi non invasivi – le maschere- fino a metodi intrusivi come l’intubazione endotracheale nei casi gravissimi. Se il paziente trascorre molte settimane in questo stato, si riduce la funzionalità del diaframma e dei muscoli intercostali, necessari per la respirazione spontanea. 

La maggior parte di coloro che subiscono questo degeneramento fino ad aver bisogno della fisioterapia respiratoria sono i pazienti con più di 60 anni, ragazzi asmatici e persone che avevano già precedentemente problemi respiratori. 

In cosa consiste la fisioterapia respiratoria 

La fisioterapia respiratoria aiuta il paziente a ristabilirsi attraverso l’utilizzo di tecniche respiratorie quali drenaggio posturale, respirazione diaframmatica, esercizi di espansione del torace, ma anche attraverso l’educazione del paziente a tossire per espellere le secrezioni.

Gli esercizi variano a seconda dei casi – se si ha avuto polmoniti lievi o più pesanti -, e possono essere svolte in piedi o seduto/sdraiato sul letto a seconda delle condizioni del paziente. Anche i tempi di riabilitazione variano da persona a persona: alcuni reagiscono bene fin da subito, altri hanno bisogno di un lungo percorso di cura. Il tempo di trattamento è sicuramente più lungo per i pazienti che avevano già problemi respiratori prima di contrarre il virus. 

Grazie alla rieducazione respiratoria il paziente può recuperare una buona elasticità polmonare ritrovando il corretto uso del diaframma e della muscolatura intercostale della gabbia toracica.

La terapia mira prima di tutto a migliorare le condizioni di vita del paziente, ad esempio per permettergli di fare una passeggiata senza affaticamenti estremi. In secondo luogo, ha anche l’obiettivo di ridurre i sintomi quali affanno, parlata affaticata e deambulazione faticosa. 

Stai pensando di integrare tra i tuoi servizi anche la fisioterapia respiratoria? Gipo Smart Grid può esserti di aiuto

Molti poliambulatori mettono già a disposizione dei propri pazienti servizi di fisioterapia per aiutarli, quando possibile anche a distanza, nei lunghi percorsi di terapia che dovranno affrontare. Aggiungere a questi servizi anche la fisioterapia respiratoria può essere molto importante per la struttura, che potrebbe in questo modo essere vicina anche a coloro che in questo periodo di emergenza sanitaria si trovano ad affrontare questa nuova sfida. 

Sia i poliambulatori che già gestiscono servizi di terapia e vogliono introdurre la fisioterapia respiratoria, che quelli che non hanno ancora questi servizi, ma vogliono introdurli, hanno però bisogno di supporto per organizzare al meglio gli appuntamenti fisioterapici, perché altrimenti potrebbero crearsi facilmente colli di bottiglia, sovrapposizioni di sedute ed altri problemi simili: servono in questo caso le tecnologie giuste per gestire gli appuntamenti della struttura. 

In questo caso l’esperienza di Gipo può esserti utile, sia se vuoi introdurre questo trattamento nel tuo poliambulatorio, sia se già hai un software gestionale che ti aiuta ad erogare trattamenti di fisioterapia ma vuoi aumentare i servizi fisioterapici. Con Gipo Smart Grid, abbiamo unito la semplicità della prenotazione grafico-visuale con la gestione e il controllo degli appuntamenti.

Grazie a Smart Grid infatti, puoi migliorare la gestione delle prenotazioni di appuntamenti multipli perché questo strumento unisce il controllo automatico delle risorse ad una gestione manuale rapida e veloce: partendo da una configurazione simile a quella di un foglio di Excel, è possibile memorizzare appuntamenti strutturati che verranno poi processati come gli altri appuntamenti prenotati in maniera tradizionale.

E grazie all’Ambulatorio Smart, è ancora più semplice, in tempi di distanziamento sociale e lockdown, riuscire ad erogare i servizi di fisioterapia in televisita, senza dover far uscire di casa i pazienti. 

icona call center Vuoi parlare con un nostro esperto?

Chiama il numero verde 800 944 311 oppure contattaci

Chiamaci Scrivici
Trasforma le chiamate perse in una fonte di profitto!
Con un solo strumento, non solo recuperi le chiamate perse al tuo centro, ma le trasformi in nuovi appuntamenti!