Se la Sanità è Digitale, la qualità della vita migliora: ecco perché

Sanità e digitalizzazione: sempre più vicine, sempre più intrecciate per rendere migliore la qualità della vita dei pazienti, anche in presenza di patologie importanti. App, software e piattaforme per il settore sanitario sono i nuovi strumenti al servizio del paziente e del medico che possono, da un lato, aiutare le persone ad adottare stili di vita corretti, prevenire gravi malattie e seguire con più facilità il percorso di cura, mentre, dall’altro, rendono il lavoro quotidiano del professionista sanitario meno gravoso.

Vediamo insieme quanto le innovazioni digitali in Sanità possono migliorare la qualità della vita dei pazienti e semplificare il lavoro dei medici.

Sanità digitale per i pazienti: le nuove tecnologie rendono il percorso di cura (e di prevenzione) meno pesante da sopportare

La principale causa di morte e disabilità nel mondo sono le malattie croniche (fonte OMS): patologie cardiovascolari, respiratorie, diabete, ictus e cancro. Nella maggior parte dei casi la prevenzione, uno stile di vita sano, attivo ed un’alimentazione corretta possono fare molto per prevenirle.

Tutti lo sanno, sulla carta, ma in concreto in pochi mettono in pratica queste utili indicazioni, perché?

Probabilmente perché mantenere uno stile di vita sano e corretto, allineato agli standard stabiliti dalla Scienza, è psicologicamente molto pesante da sostenere nel lungo periodo, soprattutto se si soffre di patologie importanti, come diabete e cardiopatie.

Prevenzione e cura sono vissute da molti come un “peso da sopportare” e allora come aiutare le persone a non mollare e a mantenere uno stile di vita corretto, senza viverlo come un ostacolo quotidiano?

Se lo sono chiesto anche le aziende e gli esperti intervenuti al Frontiers Health, uno degli appuntamenti internazionali più importanti sul tema digitalizzazione, nuove tecnologie e Sanità. La conferenza, che si tiene a Berlino ogni anno, ospita innovatori di settore, manager delle principali aziende farmaceutiche, compagnie assicurative, startup e investitori per presentare le novità tecnologiche più avanzate per la cura ed il benessere delle persone.

Tra le innovazioni proposte recentemente ci sono sistemi che avvisano il paziente per ricordargli quali medicine prendere nell’orario giusto, app per tenere sotto controllo l’ipertensione adottando stili di vita corretti o che aiutano i pazienti diabetici a superare i piccoli e grandi ostacoli che la malattia impone loro ogni giorno.

Soluzioni digitali molto pratiche, quasi degli “assistenti” che 7 giorni su 7, 24 ore su 24, arrivano là dove un medico, con tutto il carico di lavoro e le responsabilità che ha sulle spalle, non può arrivare, per quanto vicino e partecipe della vita dei suoi pazienti.

Sanità digitale per i medici: più vicini ai pazienti, più liberi dalla burocrazia

Anche sul fronte dei medici le innovazioni non mancano.
Intelligenza Artificiale e tecnologie 3D sempre più sofisticate saranno presto un valido aiuto nelle tecniche chirurgiche di precisione. Nascono nuove piattaforme digitali che aiutano medici e professionisti sanitari a mettersi in contatto con i pazienti, aggiornarsi e farsi conoscere, anche online.

I Sistemi Sanitari Nazionali stanno lavorando sul fronte della digitalizzazione. In questo blog ne abbiamo parlato spesso: la dematerializzazione dei documenti sanitari, la Cartella Clinica Elettronica, il Fascicolo Sanitario Elettronico, che raccoglie tutte le nostre informazioni sanitarie, per esempio, rendono la consultazione molto più semplice sia per i pazienti che per i medici.

Infine, esistono soluzioni IT nate per rendere più efficiente l’ordinaria amministrazione di uno studio medico, facili da utilizzare e accessibili ovunque: dal computer dell’ambulatorio, dal PC di casa, da Smartphone o tablet. Sono software gestionali per studi medici che affiancano gli specialisti in ogni momento del loro lavoro: prenotazione degli appuntamenti, creazione delle fatture e invio dei dati al Sistema Tessera Sanitaria, consultazione dei referti e delle immagini diagnostiche…

Tecnologie sempre più vicine ai pazienti e agli specialisti, quindi, e più informazioni per conoscere e affrontare le patologie, ma anche una miniera di dati sensibili da proteggere.

Dati sensibili da proteggere nel rispetto delle nuove regole europee

Tuttavia, se è vero che si moltiplicano le soluzioni IT per la Sanità, è anche vero che non tutte rispettano le nuove regole per la protezione dei dati sensibili degli utenti. A partire dal 25 maggio 2018 diventerà applicabile il nuovo regolamento europeo sulla privacy, che prevede importanti novità nello sviluppo di prodotti e servizi. Introduce nuovi princìpi, come “privacy by design” e “accountability” e le sanzioni per chi non è in regola sono molto pesanti.

Per sapere quali sono le novità leggi Nuovo GDPR sulla privacy e sicurezza dei dati sanitari: ancora pochi mesi per adeguarsi!

E’ importante adottare nuove misure di protezione e vigilare costantemente sui dati sensibili di chi si affida alle nuove tecnologie per vivere una vita sana e lavorare per offrire un servizio sempre più vicino ai propri pazienti.


Oggi è il 12 gennaio, mancano ancora 19 settimane all’applicazione del nuovo regolamento europeo sulla privacy: la tua struttura è pronta?

GIPO ha scelto la sicurezza, ci affidiamo a Microsoft Azure, il miglior servizio Cloud attualmente disponibile sul mercato. Contatta un nostro esperto per sapere come teniamo al sicuro i dati dei nostri clienti e dei loro pazienti.

icona call center Vuoi parlare con un nostro esperto?

Chiama il numero verde 800 944 311 oppure contattaci

Chiamaci Scrivici